LA NUOVA NAZIONALE U17

La nuova Nazionale U17 maschile composta da 32 atleti si è radunata agli ordini del tecnico Giuseppe Tedesco dal 2 al 5 gennaio dove ha preso parte , divisa in due selezioni , al torneo giovanile “Pallamano Juego” di Paese in Veneto. Hanno risposto a questa importante convocazione anche due nostri atleti che sono il centrale Alessandro De Angelis ed il terzino/ala Giulio Forlini entrambi del 2003. Abbiamo rivolto a loro alcune domande al rientro in città dopo questa bellissima esperienza:
1)AL TERMINE DI QUESTO STAGE CON LA NAZIONALE UNDER 17 QUALI SONO LE TUE IMPRESSIONI?
A: “è stata un’esperienza fantastica sotto tutti i punti di vista, sia fuori che dentro il campo. È stato molto bello e stimolante giocare contro squadre forti e ben costruite, così come è stato un onore vestire la maglia della nazionale e giocare in squadra con ragazzi tra i migliori in Italia.Questo torneo è stato molto motivante ed ora la cosa più importante sarà sicuramente continuare ad allenarmi bene, a migliorarmi per far sì che ci sia la possibilità di ripetere questo genere di esperienza”
G: “dopo questo stage mi sono reso conto di dover ancora migliorare sotto alcuni punti di vista tencici e tattici, ma sono fiducioso perché allenandosi con costanza e dando sempre il massimo si può migliorare sempre di più”
2)COME TI SEI TROVATO CON GLI ALTRI RAGAZZI E CON I TECNICI FEDERALI?
A: “mi sono trovato molto bene, in poco si è creato un forte legame di stima e amicizia con tutti i ragazzi.Inoltre questo torneo mi ha dato la possibilità di confrontarmi con il livello di altre realtà italiane e di ampliare grazie ai tecnici le conoscenze sulla pallamano, migliorando il mio modo di giocare”
G: “con gli altri ragazzi mi sono trovato molto bene, anche perché la maggior parte li avevo già conosciuti precedentemente, ma anche con chi non conoscevo mi sono trovato sin da subito bene. Con i tecnici non ci sono stati problemi ed avevo un rapporto sereno anche con loro”
3)HAI NOTATO DIFFERENZE NEI METODI DI ALLENAMENTO E DI COMPORTAMENTO DENTRO E FUORI DAL CAMPO RISPETTO AL TUO CLUB?
A: “non ho trovato molte differenze nè nel metodo di allenamento nè fuori dal campo, in quanto gli aspetti più importanti erano l’educazione ed il rispetto, proprio come nel mio club. Ciò che più mi ha colpito è stata la professionalità fuori dal campo, dove abbiamo fatto molte sedute video e riunioni”
G: “nel campo e fuori non ho trovato grandissime differenze, i tecnici tenevano molto all’educazione e alla puntualità fuori dal campo e all’impegno e all’attenzione in campo, proprio come siamo abituati qui nel club”
4)DOVE DEVI MIGLIORARE, SECONDO TE, PER COMPETERE AD ALTO LIVELLO?
A: “mi son accorto che c’è da migliorare, sia tecnicamente che soprattutto fisicamente. La sfida più importante sta nell’allenarsi bene tutti i giorni, cercando costantemente di alzare l’asticella e credere nei propri obiettivi”
G: “per competere ad alto livello credo di dover migliorare molto fisicamente e anche tatticamente in campo”
5)DAI UN VOTO A QUESTA TUA ESPERIENZA?
A: “voto 10, è stata un’esperienza meravigliosa da ricordare, sia in campo che fuori”
G: “voto9, perché è stato tutto molto divertente ed è stata una bellissima esperienza che ricorderò per sempre ed anche dal punto di vista tecnico è andata piuttosto bene”.
Ufficio Stampa Lions Handball Teramo

49400909_378583312697018_6524364143657484288_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...